Sabato, 23 Ottobre 2021
Mafia Resuttana-San Lorenzo / Viale Strasburgo

"La Rai è nostra, non di Cosa nostra", sit in contro l'intervista a Riina jr

Semplici cittadini e rappresentanti delle istituzioni hanno ribadito ancora una volta le critiche alla tv pubblica per l'intervista a Salvo Riina, figlio di Totò Riina, durante Porta a Porta. Tra i manifestanti anche il sindaco Leoluca Orlando

"Vespa fuori dalla Rai", "La Rai è nostra, non di Cosa nostra": sono alcuni dei cartelloni esposti stamani davanti alla sede regionale della Rai di viale Strasburgo. Semplici cittadini e rappresentanti delle istituzioni sono scesi in strada per manifestare la propria contrarietà all'intervista a Salvatore Riina jr, figlio del boss Totò Riina, durante "Porta a Porta".

riina_rai_sitin2-2Tra i manifestanti il sindaco Leoluca Orlando, che in queste settimane non ha risparmiato dure critiche all'azienda di viale Mazzini. Il primo cittadino ha anche dato mandato all'avvocatura comunale di denunciare la Rai in sede civile.

"Non possiamo accettare - ha spiegato Orlando - che la Rai sia genuflessa di fronte ai mafiosi e arrogante nei confronti delle istituzioni. Per altro, il
comportamento arrogante tenuto dai vertici dell'azienda dovrebbe anche
far riflettere sulla reale utilità della commissione di Vigilanza di
fronte alla quale la Rai ha sostanzialmente sostenuto la propria
equidistanza fra mafia e antimafia e ha preteso di applicare agli
assassini mafiosi la par condicio con le loro vittime”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La Rai è nostra, non di Cosa nostra", sit in contro l'intervista a Riina jr

PalermoToday è in caricamento