Martedì, 27 Luglio 2021
Mafia

Parla Mutolo: "Quando Riina voleva toccare il cielo con un dito"

Parla uno dei pentiti più importanti di Cosa Nostra, ex autista e uomo di fiducia del boss. L'intervista con i corrispondenti della stampa estera a Roma: "In fondo era un uomo buono, per me è stato un papà"

Gaspare Mutolo, collaboratore di giustizia ha partecipato a un incontro a Roma con alcuni corrispondenti internazionali. Riina, ha spiegato Mutolo (incappucciato, come si vede nella foto), "aveva questa avversità alle istituzioni" e "gli altri seguivano per paura". 

Mutolo ha partecipato ad un incontro con la stampa estera. Si è detto “dispiaciuto” per la morte di Riina, “che in fondo era un uomo buono”. “Riina era un uomo carismatico, per me è stato un papà… - ha detto -. Non abbiamo mai litigato, solo che a un certo punto ognuno ha preso la sua strada”.  Gaspare Mutolo, uno dei pentiti più importanti di Cosa Nostra, ex autista e uomo di fiducia del boss, ricorda così l’uomo che per anni è stato il suo padrino. E ad una domanda su chi sia adesso il nuovo capo della mafia, Mutolo – raccontano fonti che hanno partecipato all’incontro – si è detto scettico su Matteo Messina Denaro: Cosa Nostra, ha detto il pentito, deve scegliere il nuovo boss dei boss.

"Riina ha rovinato la Sicilia - ha detto Mutolo - non c'era bisogno di uccidere tutte queste persone. Durante gli ultimi periodi in cui c'era Tano Badalamenti, loro si incontravano e dicevano: noi possiamo toccare il cielo con un dito. Ma c'era quella mentalità che contraddistingueva Badalmenti e Bontade, la rimanenza del triumvirato, gente storica che ha guidato Cosa nostra, che sosteneva che la mafia, per essere forte, aveva bisogno che ognuno dovesse portare al mulino le sue amicizie, le sue forze. Invece Riina, ma anche Liggio, non la pensavano così. Avevano avversità alle istituzioni. Contavano soltanto loro e gli altri li seguivano per paura".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parla Mutolo: "Quando Riina voleva toccare il cielo con un dito"

PalermoToday è in caricamento