Il clan di Brancaccio e il business delle ossa spezzate: i nomi dei 9 arrestati

Tra le accuse sono di associazione mafiosa, estorsione, associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, autoriciclaggio, danneggiamento fraudolento di beni assicurati. Il provvedimento è stato disposto dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo

Non solo rapine e spaccio di droga. Nell'operazione che all'alba di oggi ha assestato un duro colpo al mandamento di Brancaccio è emerso con prepotenza l'interesse dei clan verso il mercato delle truffe assicurative realizzate attraverso i cosiddetti "spaccaossa". Nove in tutto gli arresti disposti dalla Squadra Mobile. Le persone coinvolte sono tutte palermitane.

L'uscita degli arrestati dalla questura | VIDEO

Ruperti: "Ricchi business controllati dalla mafia" | VIDEO

Falsi incidenti ma fratture vere, provocate a vittime scelte in contesti sociali degradati per ottenere i rimborsi delle assicurazioni. A beneficiare delle liquidazioni del danno erano le casse di Cosa nostra, che intascava il denaro versando poche migliaia di euro agli 'spaccaossa' e agli altri partecipanti alla truffa.

Spaccaossa agli ordini dei boss di Brancaccio, 9 arresti

Spaccaossa, rapine e droga: "Poco bicarbonato..." | VIDEO

I nomi degli arrestati

Michele Marino, nato a Palermo, 51 anni
Stefano Marino, nato a Palermo, 47 anni
Nicolò Giustiniani, nato a Palermo, 38 anni
Antonino Chiappara, nato a Palermo, 43 anni
Raffaele Costa, nato a Palermo, 54 anni
Pietro Di Paola, nato a Palermo, 29 anni
Ignazio Ficarotta, nato a Palermo, 33 anni
Sebastiano Giordano, nato a Palermo, 58 anni
Angelo Mangano, nato a Palermo, 40 anni

Le intercettazioni: "Devono fare un bel lavoro di sigarette"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento