menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gaetano Ciaramitaro

Gaetano Ciaramitaro

Mafia, ancora un sequestro di beni: sigilli alla macelleria del boss della Marinella

Gaetano Ciaramitaro, 47 anni è finito in manette per associazione a delinquere di stampo mafioso, detenzione e traffico di sostanze stupefacenti, il 23 giugno del 2014 nel corso dell'operazione "Apocalisse". E' stato poi condannato a 10 anni

Ancora un maxi sequestro di beni di proprietà della mafia a Palermo. Questa volta i sigilli sono stati apposti alla macelleria "Toni Ciaramitaro" di via Emilio Salgari, intestata al figlio del boss della Marinella Gaetano Ciaramitaro. Il 47enne è finito in manette per associazione a delinquere di stampo mafioso, detenzione e traffico di sostanze stupefacenti, il 23 giugno del 2014 nel corso dell'operazione "Apocalisse".

SIGILLI ALL'ATTIVITA' IN VIA SALGARI: LE IMMAGINI 

Circa 200 mila euro il valore dei beni sequestrati dalla polizia al boss a capo della gestione delle estorsioni. Con il figlio Antonino, anche lui tratto in arresto nella stessa operazione, ha, inoltre coordinato il traffico di droga nel suo quartiere: per questi fatti il 13 aprile è stato condannato a 10 anni. L'indagine è stata condotta dagli investigatori della Sezione Patrimoniale dell'Ufficio misure di Prevenzione. Gli accertamenti patrimoniali hanno dimostrato che sia Gaetano Ciaramitaro che il figlio Antonino, quest’ultimo formale intestatario dell’attività commerciale, non disponevano di entrate lecite e sufficienti per l’acquisto dei beni oggi raggiunti dal provvedimento del Tribunale di Palermo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento