Mafia Corleone

Colpo al patrimonio dei Riina, sequestro beni da 600 mila euro al fratello del boss

I carabineri di Trapani hanno sequestrato un appartamento da 10 vani, conti correnti e polizze assicurative. Per gli investigatori i redditi dichiarati da Gaetano Riina, in carcere dal 2011, sarebbero in contrasto con il valore dei beni a lui riconducibili

Sotto sequestro un appartamento e conti correnti per un valore di 600 mila euro al fratello del "capo dei capi". I carabinieri del Ros e del comando provinciale di Trapani hanno eseguito un decreto emesso dal tribunale di Palermo nei confronti di Gaetano Riina, 84 anni, recluso presso il carcere di Torino dal 2011 per i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso ed estorsi aggravata.

L'indagine patrimoniale, spiegano i carabinieri, ha consentito di accertare un'evidente sperequazione tra i redditi dichiarati da Riina e il valore dei beni a lui intestati o comunque a lui riconducibili. I militari hanno quindi sequestrato un appartamento di 10 vani a Mazara del Vallo, intestato alla figlia di Riina, Maria Concetta, e sette rapporti bancari e assicurativi riconducibili al nucleo familiare. 

Allo stesso modo investigatori e inquirenti hanno considerato “"ingiustificata la disponibilità della provvista necessaria - si legge in una nota - ad effettuare le ingenti spese connesse ai lavori di ristrutturazione dell’immobile acquistato nel 2005". A richiedere il provvedimento è stata la Procura distrettuale antimafia il cui obiettivo è quello di "disarticolare le famiglie mafiose di Corleone e Mazara".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo al patrimonio dei Riina, sequestro beni da 600 mila euro al fratello del boss
PalermoToday è in caricamento