Giovedì, 21 Ottobre 2021
Mafia Cruillas / Via Gaspare da Pesaro, 6

"Riunioni di mafia nel ristorante", sequestrato "Il Baglio degli Antichi Papiri"

Il locale di proprietà di Pietro Francesco Gugino, arrestato nell'operazione denominata "Eos". L'uomo è accusato di far parte della famiglia mafiosa di Resuttana e di "aver messo a disposizione di Cosa nostra le proprie attività economiche"

Sigilli al "Baglio degli Antichi Papiri", noto ristorante cittadino che si trova in via Gaspare da Pesaro, alle porte di Cruillas (GUARDA IL VIDEO). Il locale è famoso per essere frequentato da numerosi vip. Un’attività svolta dal nucleo investigativo dei carabinieri di Palermo ha consentito l’emissione da parte del Tribunale - sezione Misure di prevenzione - del provvedimento di sequestro di beni per un valore complessivo di circa 1 milione di euro nei confronti der proprietario, Pietro Francesco Gugino (al momento detenuto), 63enne nato a Valledolmo e arrestato nell’operazione denominata "Eos".

Le indagini dei carabinieri nel maggio del 2009 avevano consentito di trarre in arresto l'uomo perché accusato di far parte - insieme a Salvatore Genova, Gaetano Fidanzati, Salvatore Lo Cicero, Vincenzo Troia e Pasquale Gambino - della della famiglia mafiosa di Resuttana. E - dopo l'arresto di Genova - del gruppo mafioso capeggiato Vincenzo Troia e operante a Pallavicino.

A Gugino viene contestato di "aver messo stabilmente a disposizione dell’organizzazione mafiosa le proprie attività economiche, sia per consentirne l'investimento di proventi illeciti, sia per tenere a disposizione i locali per favorirne l'organizzazione di riunioni riservate". La complessa attività investigativa patrimoniale ha consentito l’emissione del provvedimento con il quale è stato sottoposto a sequestro, per il valore di circa 1 milione di euro, il noto ristorante "Il Baglio degli antichi papiri" di proprietà di Gugino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Riunioni di mafia nel ristorante", sequestrato "Il Baglio degli Antichi Papiri"

PalermoToday è in caricamento