Processo trattativa, lunedì nuova udienza a Palermo ma a porte chiuse per il Coronavirus

Davanti alla Corte d'assise d'appello palermitana, presieduta da Angelo Pellino, ci sarà la deposizione di due collaboratori di giustizia, il calabrese Nino Fiume e l'alcamese Armando Palmeri

Coronavirus, aule del tribunale vuote

Riprenderà lunedì prossimo, 18 maggio, ma a porte chiuse a causa delle nuove disposizioni sull'emergenza Covid, il processo di appello sulla cosiddetta trattativa tra Stato e mafia. Prevista, davanti alla Corte d'assise d'appello di Palermo, presieduta da Angelo Pellino, la deposizione di due collaboratori di giustizia, il calabrese Nino Fiume e l'alcamese Armando Palmeri. La settimana successiva, il 26 maggio, sono previsti altri due collaboratori, Salvatore Pace e Antonino Cuzzola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento