rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Mafia Tribunali-Castellammare / Via Maqueda

Ballarò contro pizzo e razzismo, i commercianti incontrano questore e sindaco

Con la loro denuncia hanno consentito alla polizia di smantellare il gruppo di "capi" che dettava legge nel quartiere

Hanno avuto il coraggio di dire "no" al pizzo, si sono fatti forza l'uno con l'altro e hanno chiesto aiuto allo Stato, presentando una denuncia collettiva contro i loro aguzzini. I commercianti stranieri che con il loro gesto hanno consentito alla polizia di smantellare il gruppo di "capi" che dettava legge a Ballarò, sono stati ricevuti stamani dal questore Guido Longo. Presente anche il capo della Squadra mobile Rodolfo Ruperti, il sindaco Leoluca Orlando e un rappresentante di Addiopizzo. (LE IMMAGINI DEL BLITZ)

Il sindaco e il questore hanno espresso nei confronti dei cittadini stranieri "un sincero e affettuoso plauso per il coraggioso ed encomiabile senso di responsabilità manifestato, strada fondamentale da percorrere, non solo per il rispetto della libertà e della dignità umana, ma anche per lo sviluppo di una zona nevralgica della città, quale via Maqueda".

Il racconto delle vittime: "Vivevamo nel terrore"

La ribellione dei commercianti del Bangladesh ha fatto emergere una realtà fatta di violenze e vessazioni subite da per lungo tempo da molti esercenti. La mafia che si mescola a pizzo e razzismo, in una spirale di illegalità e paura. Le attività illecite del clan di Ballarò andavano avanti dal 2012, ma le vittime non avevano mai trovato il coraggio di raccontare i soprusi. Una volta avviata l’attività, i commercianti erano obbligati a versare il pizzo con una cadenza settimanale. Chi non rispettava le "regole" rischiava pesanti ritorsioni, che andavano dalle minacce aggravate a veri e propri pestaggi. Quando però, ad aprile, è avvenuto il ferimento di Yusupha, qualcosa è cambiato e i commercianti hanno rotto il muro del silenzio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ballarò contro pizzo e razzismo, i commercianti incontrano questore e sindaco

PalermoToday è in caricamento