menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Tribunale di Palermo

Il Tribunale di Palermo

Omicidio Cottone, due condanne all’ergastolo dalla corte d’Assise

Questa le pena inflitta a Ignazio Fontana e Giuseppe Comparetto, esattamente come per Michele Rubino, Onofrio Morreale e Nicola Mandalà. Assolto Carmelo Bartolone, imputato per soppressione di cadavere. Accolte le richieste del pm

Due ergastoli per l’omicidio di Andrea Cottone. Questa la pena inflitta dalla corte d’Assise, che ha accolto le richieste del pm Francesca Mazzocco, per Ignazio Fontana e Giuseppe Comparetto, accusati di aver ucciso l’imprenditore scomparso nel 2002 a Ficarazzi. Assolto Carmelo Bartolone, imputato per soppressione di cadavere.

Per l’omicidio sono già stati condannati in passato all’ergastolo Michele Rubino, Onofrio Morreale e Nicola Mandalà. Quattro i pentiti che, con i loro racconti, hanno permesso di ricostruire l’assassinio: si tratta di Mario Cusimano, Stefano Lo Verso, Sergio Flamia e Francesco Campanella. Quando non si ebbero più notizie di Cottone, la moglie presentò denuncia alle forze dell’ordine e due settimane dopo l’auto dell’imprenditore fu trovata parcheggiata a Termini Imerese.

Cottone, nel settembre del ’95, era stato arrestato per associazione mafiosa in quanto ritenuto “capodecina” della famiglia di Villabate. Anche dopo la sua scarcerazione, nel 1999, avrebbe intrattenuto rapporti con la cosca dei Montalto, reggenti proprio nel paesino alle porte di Palermo. L’omicidio sarebbe stato dunque un regolamento dei conti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento