Martedì, 15 Giugno 2021
Mafia

Un dolore lungo 36 anni: Palermo ricorda Boris Giuliano

Così Leoluca Orlando in occasione della commemorazione del capo della squadra mobile, ucciso dalla mafia il 21 luglio 1979: "Ha condotto importantissime inchieste e ha pagato con la vita il suo senso del dovere e il suo impegno per la legalità"

"Oggi ricordiamo l'esempio di Boris Giuliano, un poliziotto di altissimo valore, un grande servitore dello Stato che, in tempi di grande compromissione tra la mafia e istituzioni deviate, ha condotto importantissime inchieste e ha pagato con la vita il suo senso del dovere e il suo impegno per la legalità”. Lo hanno dichiarato il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, e l'assessore alla Pianificazione urbana, Giuseppe Gini, in occasione della commemorazione del capo della squadra mobile di Palermo, Boris Giuliano, ucciso dalla mafia il 21 luglio 1979.

L'assessore Gini questa mattina si è recato, in rappresentanza del sindaco Orlando, alla cerimonia di deposizione di una corona in ricordo di Giuliano, che si è tenuta, alla presenza delle più alte cariche civili e militari della città, in via Francesco Paolo di Blasi e, successivamente, ha preso parte alla Santa Messa celebrata alla caserma Lungaro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un dolore lungo 36 anni: Palermo ricorda Boris Giuliano

PalermoToday è in caricamento