menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mafia, omicidio Agostino: i pm chiedono altri sei mesi per indagare

Per l'omicidio dell'agente di polizia e della moglie sono indagati i boss Nino Madonia e Gaetano Scotto e l'ex agente di polizia, vicino ai Servizi, Giovanni Aiello, soprannominato "faccia da mostro" per via di alcune cicatrici sul volto

Sei mesi, altri sei mesi di tempo per tentare di fare luce sull'omicidio dell'agente di polizia Nino Agostino, ucciso insieme alla moglie Ida Castelluccio a Villagrazia di Carini il 5 agosto del 1989. E' quanto ha chiesto la Procura al gip. La richiesta nasce dalla necessità di "completare gli accertamenti che lo stesso giudice, nel respingere la richiesta di archiviazione formulata dai pm, aveva indicato".

Per il duplice delitto sono indagati i boss Nino Madonia e Gaetano Scotto e l'ex agente di polizia, vicino ai Servizi, Giovanni Aiello, soprannominato "faccia da mostro" per via di alcune cicatrici sul volto. Lo stesso Aiello è stato al centro di un confronto all'americana, nell'aula bunker del carcere Ucciardone, con Vincenzo Agostino - il padre di Antonino. L'uomo, che dal giorno dell'omicidio del figlio non ha mai smesso di chiedere alle istituzioni di fare piena luce sul delitto, ha riconosciuto l'ex 007 indicandolo come colui che prima del delitto sarebbe stato visto vicino alla sua abitazione.

  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento