Lunedì, 21 Giugno 2021
Mafia

Svolta nelle indagini sull'omicidio di Frank Calì: arrestato un giovane

La polizia di New York ha fermato Anthony Comello, 24 anni. Il giovane avrebbe preso parte al delitto del boss di origini palermitane, appartenente alla famiglia mafiosa Gambino. E' ancora giallo sul movente

Svolta nelle indagini sull'omicidio di Francesco "Frank" Calì, ucciso nella notte tra mercoledì e giovedì. La polizia nelle scorse ore ha arrestato un ragazzo di 24 anni newyorkese, Anthony Comello. Il giovane avrebbe preso parte al delitto del boss di origini palermitane, appartenente alla famiglia mafiosa Gambino, ammazzato davanti alla sua villa di Staten Island, nel quartiere di Todt Hill a New York, con sei colpi di pistola.

Ucciso a Ney York il boss Calì

L'omicidio è avvenuto davanti alla casa di Calì, in una zona nota per l'influenza dei mafiosi. Le autorità statunitensi e italiane consideravano il mafioso italo-americano il mediatore tra Cosa nostra statunitense e Cosa nostra palermitana. I killer, prima di fuggire, sono passati sopra il corpo della vittima con un pick up blu, anche se rimangono ancora molti dubbi su quanti fossero effettivamente gli aggressori. Ed è ancora giallo sul movente.

Frank Calì aveva entrambi i genitori di Palermo, ma era nato a New York nel 1965. Fin da piccolo è stato coinvolto nella mafia locale. La famiglia Gambino, di cui era a capo, è una delle cinque che compongono la mafia siciliana a New York, ed è considerata la più grande organizzazione criminale negli Stati Uniti. Di recente erano stati segnalati contatti tra Calì e Nicola Mandalà e Nicola Notaro della famiglia di Villabate, ma anche con Giovanni Nicchi della famiglia di Pagliarelli e Vincenzo Brusca della famiglia di Torretta. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svolta nelle indagini sull'omicidio di Frank Calì: arrestato un giovane

PalermoToday è in caricamento