Mafia Partinico

E' morta Maria Geraci, mamma dei boss Vitale: ripudiò la figlia pentita

Si è spenta all’età di 87 anni nella sua casa di Partinico. Nel 2007 quando aveva 74 anni fu arrestata dalla polizia e finì in carcere con l'accusa di avere partecipato al furto di un grosso carico di uva: per gli inquirenti avrebbe avuto il compito di tenere la cassa della clan

Aveva ripudiato la figlia perché si era pentita. Maria Geraci è morta all’età di 87 anni nella sua casa di Partinico. Era la madre dei capimafia Vito e Leonardo - entrambi condannati all’ergastolo - e di Giusy Vitale, il boss in gonnella diventata poi collaboratrice di giustizia.

Maria Geraci si è spenta sabato ma la notizia è venuta fuori solo in queste ore. Nel 2007 quando aveva 74 anni fu arrestata dalla polizia e finì in carcere con l'accusa di avere partecipato al furto di un grosso carico di mosto: per gli inquirenti avrebbe avuto il compito di tenere la cassa del clan. A suo carico anche una denuncia per abusivismo (le furono sequestrate due case ritenute abusive). 

Maria Geraci è morta ripudiando la figlia Giusy: alla donna-boss i suoi fratelli, Vito e Leonardo Vitale, avevano affidato lo scettro del comando quando furono arrestati. Condannata a 12 anni per l'omicidio (nel 1998) di Salvatore Riina, un piccolo imprenditore di Partinico solo omonimo del boss corleonese, ucciso perché giudicato troppo vicino a Bernardo Provenzano, Giusy Vitale nel 2005, dopo un lungo periodo di carcere duro, decise a sorpresa di pentirsi facendo tremare Partinico e scatenando numerose estorsioni. Una scelta mai accettata dalla madre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morta Maria Geraci, mamma dei boss Vitale: ripudiò la figlia pentita

PalermoToday è in caricamento