Lunedì, 17 Maggio 2021
Mafia

Consiglio comunale di Mezzojuso sciolto per mafia, gestione commissariale prorogata per 6 mesi

La decisione è stata presa dal Consiglio dei ministri "tenuto conto delle forme di ingerenza da parte della criminalità organizzata che compromettono il buon andamento dell'azione amministrativa"

Prorogata per sei mesi la durata dello scioglimento del Consiglio comunale di Mezzojuso, deliberato il 16 dicembre 2019. La decisione è stata presa - si legge nella nota diramata da Palazzo Chigi - dal Consiglio dei ministri, su proposta del ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, "tenuto conto delle forme di ingerenza da parte della criminalità organizzata che compromettono il buon andamento dell'azione amministrativa". L'amministrazione dell'ente resta quindi affidata a una Commissione di gestione straordinaria. 

Il Comune fu sciolto per mafia dopo il caso delle intimidazioni alle sorelle Napoli. Fu in quel contesto che il prefetto Antonella De Miro - su delega dell'allora ministro dell'Interno Matteo Salvini - dispose l'accesso ispettivo per "verificare la condizionabilità dell'ente locale da parte della criminalità organizzata". Inizialmente lo scioglimento sarebbe dovuto durare 18 mesi, ma ieri sera è arrivata la proroga.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale di Mezzojuso sciolto per mafia, gestione commissariale prorogata per 6 mesi

PalermoToday è in caricamento