Mafia

"Una bomba in diretta": Iene a Palermo, minacce di morte

L'inviato della trasmissione Mediaset, Matteo Viviani (che negli scorsi giorni s'è recato in Sicilia per un'inchiesta sulla mafia), ha ricevuto un sms in cui c'è scritto: "Per scrupolo ti dico che arriva la bomba in diretta. Tu controlla i 3 vasi a casa. Ci sarà attentato il boss vuole così"

Matteo Viviani

Si tinge di giallo la prima puntata delle "Iene" prevista per questa sera. La scorsa notte l'inviato della trasmissione Mediaset, Matteo Viviani, ha ricevuto un sms di minacce che coinvolge direttamente tutta la redazione del programma. Il messaggio, proveniente da un numero sconosciuto, testualmente cita: "Per scrupolo ti dico che arriva la bomba in diretta. Tu controlla i 3 vasi a casa. Ci sarà attentato il boss vuole così". Il messaggio fa seguito al servizio di Viviani che negli scorsi giorni si è recato a Palermo per proseguire un'inchiesta riguardante la mafia e il nodo antimafia legato alla questione dei beni confiscati. Sono state avvisate subito le forze dell’ordine e presto dovrebbe partire una denuncia.

La prima puntata della stagione autunnale de "Le Iene Show", andrà comunque in onda. Secondo quello che trapela, verranno intensificati i controlli di sicurezza. “Le Iene - si legge in una nota diffusa da Mediaset - non conoscono l’identità di chi possa aver effettuato la minaccia, ma si presume sia legata ad una delle ultime inchieste di Matteo Viviani. Tra gli argomenti da lui affrontati recentemente i nuovi metodi di intercettazione. Qualche giorno fa l’inviato si è recato nuovamente a Palermo per proseguire un’indagine riguardante mafia, antimafia e gestione dei beni sequestrati dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo. Argomento, per altro, già trattato in altri suoi precedenti servizi ai quali poi è seguita un’inchiesta da parte della Procura di Caltanissetta”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Una bomba in diretta": Iene a Palermo, minacce di morte

PalermoToday è in caricamento