La rivelazione di Cutolo: "Riina? Una volta gli buttai la pistola addosso"

Così il 77enne fondatore e capo della Nuova Camorra Organizzata, nel corso di una lunga intervista rilasciata a Il Mattino: "Il padrino corleonese era spietato, lo incontrai due volte durante la latitanza"

"Riina? Una volta gli buttai la pistola addosso". A rivelarlo è Raffaele Cutolo, 77enne fondatore e capo della Nuova Camorra Organizzata, nel corso di una lunga intervista rilasciata a Il Mattino. Cutolo - quasi cieco, respiro affaticato, volto smagrito, capelli lunghi e barba incolta - ha ammesso: "Aspettiamo la morte. Non è meglio la pena di morte? Un attimo di coraggio e poi finisce tutto, così invece è una sofferenza continua". 

Il boss di Ottaviano attualmente è recluso nel carcere di massima sicurezza di Parma, proprio dove ha vissuto gli ultimi anni della sua vita Totò Riina, fin quando venne portato a morire in ospedale. Rispondendo a una domanda sulla strage di via D’Amelio in cui morì nel 1992 Paolo Borsellino (due mesi prima toccò a Giovanni Falcone) Cutolo ha parlato dell’incontro col padrino corleonese: "Falcone e Borsellino erano due grandi giudici. Ma Totò Riina era spietato, lo incontrai due volte durante la latitanza e una volta gli buttai la pistola addosso". Un aneddoto che sgonfia la leggenda che vorrebbe uno sputo o addirittura di peggio come affronto del superboss napoletano al capo di Cosa Nostra.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci gela tutti: "Prima o poi arriveremo alla chiusura totale"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • In strada contro il Dpcm: ai Quattro Canti scoppia la guerriglia

  • Covid, via libera dalla Regione al disegno di legge per la ripresa delle attività economiche

  • Arancine, panelle e blatte: chiusa rosticceria abusiva nel cuore di Boccadifalco

  • Uno tira l'altro, la rosticceria che vince: ecco quali sono i migliori calzoni fritti di Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento