Mafia

La Convenzione di Palermo compie 20 anni: "Le idee di Falcone camminano in tutto il mondo"

Così su Facebook il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede: "Si tratta del più efficace strumento di cooperazione giudiziaria e lotta contro tutte le forme di criminalità organizzata. Tutto questo grazie alla lucida visione del magistrato palermitano"

"La Convenzione di Palermo compie 20 anni: l'intuizione di Giovanni Falcone divenuta realtà. Il 12 dicembre del 2000 si apriva a Palermo la Conferenza delle Nazioni Unite, nel corso della quale venne sottoscritta la Convenzione contro la criminalità organizzata transnazionale (Untoc). Proprio a Palermo - la città che più di ogni altra aveva pagato sulla propria pelle la violenza stragista, la città di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e di tanti altri coraggiosi servitori dello Stato impegnati in prima linea a combattere la mafia - la comunità internazionale scelse di fare fronte comune contro una minaccia ormai globale. Lo scrive su Facebook il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede.

"Se oggi - continua - la Convenzione di Palermo, alla quale aderiscono 190 Paesi di tutto il mondo, rappresenta il più efficace strumento di cooperazione giudiziaria e lotta contro tutte le forme di criminalità organizzata, lo dobbiamo soprattutto alla lucida visione di Giovanni Falcone. Falcone comprese, infatti, l'importanza di una vasta collaborazione internazionale nella lotta alla mafia: in questo modo, si contribuiva anche a diminuire, ove possibile, le differenze normative operative fra Paesi che essa abitualmente sfrutta per perseguire i suoi interessi".

"Nell'aprile 1992, un mese prima della Strage di Capaci, partecipando a Vienna alla prima sessione delle Nazioni unite sulla prevenzione del crimine e sulla giustizia penale, il giudice Falcone chiese apertamente alla comunità internazionale un impegno in tal senso. Due mesi fa - prosegue Bonafede - su impulso del nostro Paese, l'Untoc ha approvato la cd. "Risoluzione Falcone", che riconosce come "il suo lavoro e sacrificio hanno aperto la strada all'adozione della Convenzione di Palermo". La lotta senza tregua a tutte le mafie ovviamente continua e vede lo Stato italiano in prima linea. Ecco perché, a 20 anni di distanza - conclude - dobbiamo essere orgogliosi di questa ricorrenza: perché dimostra che le idee di Giovanni Falcone continuano a camminare sulle gambe di donne e uomini di 190 paesi di tutto il mondo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Convenzione di Palermo compie 20 anni: "Le idee di Falcone camminano in tutto il mondo"

PalermoToday è in caricamento