Mafia Calatafimi

Mafia, confiscati beni per 700 mila euro a Gaetano Ganci e Giuseppe Perfetto

Entrambi sono stati arrestati dai carabinieri nell'ambito dell'operazione "Perseo" e sono ritenuti vicini alle famiglie di Porta Nuova e corso Calatafimi

Conti bancari, ville, magazzini e appezzamenti di terreno per un valore complessivo di 700 mila euro sono stati confiscati a Gaetano Ganci, 66 anni, e Giuseppe Perfetto, 59 anni, entrambi palermitani arrestati nell'ambito dell'operazione antimafia "Perseo", Il provvedimento è stato eseguito dai carabinieri.

Ganci è considerato organico alla famiglia mafiosa di Porta Nuova". E’ stato condannato con sentenza definitiva a cinque anni di reclusione "per aver mantenuto stabili rapporti con Giovanni Lipari finalizzati alla messa a disposizione da parte sua di un immobile per far sì che i vertici dell’organizzazione mafiosa del mandamento di Porta Nuova tenessero riunioni". Attualmente è libero, sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno.

Giuseppe Perfetto invece per gli inquirenti appartiene alla famiglia mafiosa di Corso Calatafimi. E’ stato condannato in primo ed in secondo grado alla sette anni e quattro mesi di reclusione per i reati di "partecipazione ad associazione mafiosa e tentata estorsione". E' attualmente libero, sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno.

A Ganci sono stati confiscati sei rapporti bancari. Perfetto invece si è visto sottrarre due abitazioni a Palermo e Pollina, un magazzino a Palermo; quote di due villini a Termini Imerese; un appezzamento di terreno a Termini Imerese; un automezzo e 10 rapporti bancari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, confiscati beni per 700 mila euro a Gaetano Ganci e Giuseppe Perfetto

PalermoToday è in caricamento