Sabato, 16 Ottobre 2021
Mafia Corleone

Mafia, confiscati beni per un milione e mezzo al fratello dell'ex boss di Corleone

Dopo il sequestro risalente a maggio del 2019, i carabinieri hanno eseguito un nuovo provvedimento emesso dalle misure di prevenzione a carico di Giuseppe Calogero Lo Bue, 75 anni. Tra i beni confiscati un'abitazione, un magazzino e numerosi appezzamenti di terra

Dopo il sequestro arriva anche la confisca da 1,5 milioni per il fratello dell’ex capo mandamento di Corleone. I carabinieri hanno eseguito un decreto emesso dalla prima sezione penale delle misure di prevenzione del tribunale di Palermo a carico di Calogero Giuseppe Lo Bue, 75 anni, condannato nel 2007 a otto anni di reclusione per aver fatto parte della famiglia mafiosa e per essersi prestato quale fiancheggiatore durante la latitanza del boss Bernardo Provenzano.

"Il provvedimento - si legge in una nota - giunge a conclusione di una complessa attività investigativa della compagnia di Corleone che, dopo aver depotenziato il vertice e gli assetti del mandamento di Corleone con le operazioni Patria, All stars e Grande passo, ha consentito in osmosi con il Ros di tracciare il patrimonio illecito occulto riconducibile al Lo Bue sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia".

Il valore stimato dei beni del 75enne, considerato in passato uno dei "postini" utilizzato per la consegna dei pizzini di Provenzano, è di circa un milione e mezzo di euro. Si tratta di un’abitazione e un magazzino a Corleone e cinque appezzamenti di terreno a Monreale, tutti di proprietà di Lo Bue Calogero Giuseppe, nonché di 23 appezzamenti intestati al genero e che si trovano fra i due comuni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, confiscati beni per un milione e mezzo al fratello dell'ex boss di Corleone

PalermoToday è in caricamento