Mercoledì, 23 Giugno 2021
Mafia

Mafia a Bagheria, condannati in 24: soltanto un'assoluzione

Il gup Sergio Ziino si è espresso per boss e gregari di Bagheria e per i componenti delle famiglie di Villabate, Ficarazzi, Altavilla Milicia e Casteldaccia. Per loro l'accusa era di associazione mafiosa. Assolto Francesco Pipia, per il quale erano stati chiesti 10 anni

Trema la mafia di Bagheria nelle aule del Tribunale. Il gup Sergio Ziino ha stabilito le condanne per dei 24 imputati arrestati nell’ambito dell’operazione Reset che ha smantellato l’organizzazione criminale composta boss e gregari di Bagheria e dalle famiglie di Villabate, Ficarazzi, Altavilla Milicia e Casteldaccia. Per tutti loro le accuse erano di associazione mafiosa, estorsioni e, nel caso di Michele Modica ed Emanuele Cecala, omicidio. Il primo è stato condannato all'ergastolo e il secondo a trent'anni per l'uccisione di Antonio Canu, assassinato a Caccamo nel 2005. Assolto Francesco Pipia, difeso dall'avvocato Salvo Priola, per il quale erano stati chiesti 10 anni.

Fondamentali i contributi dei pentiti Stefano Lo Verso, Vincenzo Gennaro e sopratutto Sergio Flamia, colui il quale è stato in contatto coi servizi segreti e che sta fornendo agli inquirenti numerosi spunti per ricostruire l’organizzazione criminale. Le altre condanne sono: Salvatore Buglisi 3 anni e 6 mesi, Giuseppe Di Fiore 10 anni e 8 mesi, Giovanni Di Salvo 7 anni e 2 mesi, Giovanni Pietro Flamia 10 anni e 6 mesi, Carlo Guttadauro 5 anni e 4 mesi, Giovanni La Rosa 6 anni e 10 mesi, Atanasio Leonforte 10 anni e 6 mesi, Nicolò Lipari 10 anni e 6 mesi, Pietro Lo Coco 10 anni e 6 mesi, Andrea Lombardo 6 anni e 10 mesi, Vincenzo Maccarrone 4 anni e 8 mesi, Fabio Messicati Vitale 3 anni e 6 mesi, Bartolomeo Militello 3 anni e 6 mesi, Carmelo Nasta 3 anni, Francesco Pretesti 6 anni, Giorgio Provenzano 10 anni e 6 mesi, Francesco Raspanti 6 anni, Paolo Salvatore Ribaudo 10 anni, Giovanni Battista Rizzo 8 anni, Giovanni Salvatore Romano 6 anni e 4 mesi (condannato solo per 416 bis e assolto da tre ipotesi di estorsione aggravata dal metodo mafioso), Francesco Speciale 8 anni e 9 mesi, Francesco Terranova 6 anni e 8 mesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia a Bagheria, condannati in 24: soltanto un'assoluzione

PalermoToday è in caricamento