Mercoledì, 28 Luglio 2021
Mafia

La condanna diventa definitiva: a 85 anni finisce in carcere il boss di Lascari

A Samuele Schittino, coinvolto nell'operazione "Black Cat" dei carabinieri, sono stati inflitti 10 anni e 8 mesi con il rito abbreviato. La sua posizione era stata stralciata dal filone principale del processo e finora è stato detenuto ai domiciliari

Il frame di un intercettazione dell'operazione "Black Cat"

E' stato condannato a 10 anni e 8 mesi per mafia lo scorso 16 dicembre e adesso la sentenza è diventata definitiva: alla veneranda età di 85 anni, finisce così in carcere Samuele Schittino, a capo del clan di Lascari, come era emerso nell'operazione "Black Cat", messa a segno nel 2016 dai carabinieri.

La posizione dell'anziano boss era stata stralciata dal filone principale e finora era stato relcuso agli arresti domiciliari. Il verdetto emesso dal gup Annalisa Tesoriere, con il rito abbreviato, non è stato impugnato ed è dunque passato in giudicato. Su disposizione della Procura, i militari della stazione di Lascari hanno eseguito l'ordine di carcerazione.

L'inchiesta "Black Cat" aveva consentito di smantellare i clan delle Madonie e molti imputati sono già stati condannati in via definitiva.

Nella foto Samuele Schittino

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La condanna diventa definitiva: a 85 anni finisce in carcere il boss di Lascari

PalermoToday è in caricamento