Lunedì, 15 Luglio 2024
La commemorazione / Monreale

Monreale ricorda Emanuele Basile, il capitano dei carabinieri ucciso dalla mafia 43 anni fa

L'omicidio venne commesso durante la festa del Santissimo Crocifisso. Intravaia (commissione regionale Antimafia): "Aveva avviato importanti indagini contro Cosa nostra che non ha esitato ad assassinarlo, mentre passeggiava con la famiglia e la figlia di appena quattro anni, Barbara, sulle spalle"

Moriva 43 anni fa il capitano dei carabinieri Emanuele Basile. Durante la notte tra il 3 e il 4 maggio 1980, giornata di festa a Monreale per la ricorrenza del Santissimo Crocifisso, il capitano Basile, mentre era di ritorno in caserma con la moglie Silvana e la figlioletta Barbara in braccio dopo i festeggiamenti cittadini, veniva ucciso da tre sicari di Cosa nostra, subito arrestati dai carabinieri intervenuti.    

Questa mattina, alle ore 9:30, si è svolta una cerimonia commemorativa presso la sede del Gruppo carabinieri di Monreale, alla presenza del comandante interregionale Culqualber, Riccardo Galletta, del comandante della Legione carabinieri “Sicilia”, Rosario Castello, del comandante provinciale, Giuseppe De Liso, e di una rappresentanza dell'Arma, con la deposizione di un mazzo di fiori al busto dedicato alla vittima  

Successivamente, in corso Pietro Novelli, luogo dell’eccidio, alla presenza di una folta rappresentanza dell’Arma, del prefetto di Palermo, Maria Teresa Cucinotta,  del sindaco di Monreale, Alberto Arcidiacono, dell’arcivescovo di Monreale Gualtiero Isacchi nonché delle più alte cariche civili e militari, è stata deposta una corona d’alloro davanti alla lapide commemorativa e all’alto rilievo raffigurante il volto del capitano Basile.

"Il capitano Emanuele Basile aveva avviato importanti indagini contro la mafia che non ha esitato ad assassinarlo, mentre passeggiava con la famiglia e la figlia di appena quattro anni, Barbara, sulle spalle. Ha avuto la lucidità di passare la bambina fra le braccia della moglie, prima di accasciarsi. La nostra comunità gli sarà sempre grata per l’alto valore civico che ha lasciato in eredità", ha dichiarato Marco Intravaia, componente della commissione regionale Antimafia e presidente del consiglio comunale di Monreale, dopo avere partecipato alla cerimonia commemorativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monreale ricorda Emanuele Basile, il capitano dei carabinieri ucciso dalla mafia 43 anni fa
PalermoToday è in caricamento