menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Borgetto, arrestato per mafia e poi assolto: dissequestrati beni a D'Arrigo

Andrea D'Arrigo era finito in manette nell'ambito dell'operazione "Carthago" del 2009. Venne poi assolto in Cassazione per non aver commesso il fatto. Adesso sono stati tolti i sigilli al suo patrimonio

Prima l'arresto, poi l'assoluzione e adesso il dissequestro del patrimonio. E' stato revocato il sequestro di beni per un milione e mezzo di euro ad Andrea D'Arrigo, di Borgetto, assistito dall'avvocato Bartolomeo Parrino. La misura di prevenzione era collegata all'operazione "Carthago" nel gennaio 2009 in cui furono disposte misure cautelari ad alcuni presunti appartenenti al mandamento di Partinico. D'Arrigo era stato arrestato e condannato in primo grado a sei anni di reclusione. Venne poi assolto in Cassazione per non aver commesso il fatto. All'uomo erano stati comunque sequestrati nel 2012 dieci immobili, sette terreni agricoli, 14 conti deposito a risparmio, 24 rapporti di credito presso vari istituti bancari, un'azienda individuale a Partinico e una carta di credito. I beni ammontavano complessivamente a circa un milione e mezzo di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento