Un centro studi sui cronisti uccisi dalla mafia, "Casa Giuseppe Francese" apre le porte

La cerimonia di apertura al pubblico si terrà il 26 gennaio, a Bagheria, in occasione del 38esimo anniversario della morte del giornalista Mario Francese, padre di Giuseppe

Il prossimo 26 gennaio, a Bagheria, verrà inaugurata la "Casa di Giuseppe Francese". Sarà un centro studi sui gionalisti uccisi da Cosa Nostra, oltre che un centro di aggregazione giovanile.

Giuseppe era il più piccolo dei figli di Mario Francese. Si è suicidato il 3 settembre del 2002, a 36 anni. La sua casa venne affidata dalla famiglia alla comunità parrocchiale di San Giovanni Bosco, per attività sociali rivolte ai ragazzi. 

Alla cerimonia, in programma giovedì, saranno presenti il giornalista figlio di Mario, Giulio Francese, il presidente dell'Ordine dei Giornalisti Riccardo Arena e il parrocco della chiesa di San Rocco, don Francesco Galioto che alle 18.30 celebrerà anche messa. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento