Non solo la "mesata", per i figli dei carcerati di Tommaso Natale anche la torta di compleanno

Il retroscena dalle intercettazioni dell'operazione "Teneo" dei carabinieri: la moglie del boss Giulio Caporrimo avrebbe ordinato il dolce ad una nota pasticceria. Secondo gli investigatori, questa attenzione particolare rientrerebbe tra quelle previste dal "welfare" di Cosa nostra per il sostentamento dei detenuti

Non solo la “mesata”, ma se serviva, per mantenere i carcerati e le loro famiglie, il boss Giulio Caporrimo si sarebbe fatto carico anche di regalare una torta di compleanno. Il retroscena emerge dalle intercettazioni dell’inchiesta “Teneo” dei carabinieri: il mafioso avrebbe infatti ordinato, attraverso la moglie, il dolce per il figlio di un altro affiliato, Antonio Vitamia, che in quel momento era detenuto.

Staffette e cambio di abiti: nel silenzio di Capo Gallo l'incontro tra i boss Lo Piccolo e Caporrimo

Il 10 aprile del 2017 i militari, coordinati dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca e dal sostituto Amelia Luise, registrano la telefonata della moglie di Caporrimo a una nota pasticceria di via Tommaso Natale. “Ho dimenticato a dirgli che deve scrivere ‘tantissimi auguri’ o ‘tanti auguri’”, dice infatti la donna a chi le risponde dall’attività commerciale. Poi in sottofondo si sente la voce del boss che suggerisce un’altra scritta da mettere sulla torta: “Buon compleanno!”. Dalla pasticceria chiedono: “Il nome me lo dà?” e la moglie di Caporrimo risponde: “Francesco! Detto la ‘checca’! No, no, solo Francesco, va bene”, afferma ridendo, prima di chiudere la conversazione.

L'imprenditore "sbirro" che ha fatto arrestare i mafiosi: "Sono dei miserabili, non li pagherò mai"

Secondo gli investigatori il “Francesco” al quale sarebbe stata destinata la torta di compleanno sarebbe il figlio di “Tony” Vitamia, vicino a Caporrimo e in quel momento detenuto. Da questa conversazione, per i carabinieri, “si iniziava a comprendere come Giulio Caporrimo avesse iniziato ad occuparsi, tra l’altro, dei detenuti suoi sodali in termini di assistenza mutualistica”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento