Arresti alla Noce, Orlando: "Palermitani non possono essere lasciati in balia dei mafiosi"

Così il sindaco in merito all'operazione messa a segno all'alba di oggi dalla Squadra mobile palermitana: la "La crisi economica che ha colpito centinaia di aziende e migliaia di famiglie è terreno fertile per gli affari di Cosa nostra"

"L'operazione che ha colpito le famiglie mafiose della Noce conferma i rischi da più parti evidenziati nei giorni scorsi rispetto al fatto che la crisi economica che ha colpito centinaia di aziende e migliaia di famiglie possa essere terreno fertile per gli affari della mafia e perché questa riconquisti spazi di territorio e controllo sociale persi in questi anni". Lo ha dichiarato il sindaco, Leoluca Orlando in merito all'operazione messa a segno all'alba di oggi dalla Squadra mobile palermitana.

Proprio per questo sono doppiamente grato agli inquirenti e alle forze dell'ordine per un intervento tempestivo, utile a dare un importante segnale di presenza dello Stato sul territorio - ha aggiunto Orlando -. E' fondamentale che lo Stato dia segnali di presenza, unendo all'azione repressiva anche quella della prevenzione, che in queste ore è segnatamente quella economica e sociale, con interventi mirati di sostegno alle imprese e alle famiglie che non possono essere lasciate in balia di criminali e sfruttatori". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Straordinario ritrovamento a Caltavuturo: scoperta strada del secondo secolo Dopo Cristo

  • Coronavirus, altri 65 nuovi casi in Sicilia: Palermo la provincia più colpita

  • Coronavirus, in Sicilia ci sono altri 77 casi: positiva un'infermiera all'Ingrassia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento