rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Mafia

"Lo stragismo mafioso resta un pericolo attuale": l'allarme di Di Matteo

Il magistrato della Direzione distrettuale antimafia è intervenuto alla trasmissione di Raiuno "Petrolio". Parole che arrivano a pochi giorni dalla contestata intervista a Salvatore Riina, figlio di Totò Riina sulla stessa rete

"Le stragi che sono state compiute in Italia e in Sicilia anche a opera di Salvatore Riina non hanno uguali al mondo. Recenti acquisizioni investigative, risalenti a due anni fa, ci fanno ritenere che il pericolo di un ritorno allo stragismo sia sempre attuale". A parlare è Nino Di Matteo, il magistrato della Direzione distrettuale antimafia, intervenendo alla trasmissione di Rai1 "Petrolio" condotta da Duilio Giammaria.

Le parole di Di Matteo arrivano a pochi giorni dalla messa in onda di un'intervista a Salvatore Riina, figlio di Totò Riina. Un'apparizione avvenuta nel salotto mediatico di Bruno Vespa a Porta a Porta e che ha generato violente polemiche e prese di posizione. Ultima, in ordine di tempo, quella del Comune di Palermo che ha deciso di denunciare il sede civile la Rai per le modalità con cui è stata condotta l'intervista al figlio del boss.

Nino Di Matteo-2"Già in passato si era ritenuto che Cosa nostra avesse smesso di far parlare le armi e le bombe e poi ci si è dovuti ricredere. Non abbasserei la guardia - ha sottolineato Di Matteo - perchè fino a due anni fa sono emersi elementi concreti che fanno pensare che la mafia si stesse predisponendo a tornare a un attacco violento nei confronti delle istituzioni anche con attentati nei confronti di magistrati di Palermo".
"Io - ha concluso - credo che sarebbe un errore ritenere chiusa per sempre una pagina di violenta contrapposizione allo Stato". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Lo stragismo mafioso resta un pericolo attuale": l'allarme di Di Matteo

PalermoToday è in caricamento