rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Mafia

Processo sulle stragi, il nuovo avvocato di Messina Denaro: "Non mi spaventa doverlo difendere"

Adriana Vella parla poco dopo aver ricevuto l'incarico d'ufficio: "E' un imputato come gli altri, lo difenderemo con lo stesso impegno. Ci sarà molto da fare, non mi preoccupano le minacce ricevute dal precedente collega". Intanto l'udienza è stata rinviata al 25 maggio

"Matteo Messina Denaro è un imputato come gli altri, lo difenderemo con lo stesso impegno che mettiamo per tutti gli altri. Non mi spaventa dovere difendere il boss. E non mi spaventano le minacce che ha ricevuto l'altro legale d'ufficio che mi ha preceduto. Evidentemente il mio collega aveva le sue ragioni per sollevare i profili di incompatibilità. Non ho timore da questo punto di vista. Ci sarà molto da fare". A parlare ad Adnkronos è l'avvocato Adriana Vella, appena nominata legale d'ufficio del boss mafioso Matteo Messina Denaro nel processo per le stragi del '92 di Caltanissetta, dopo la dispensa dell'avvocato Calogero Montante per problemi di salute.

"Ci sarà molto da fare, sarà un incarico molto impegnativo. Il fascicolo processuale è molto ampio, quindi devo studiare", dice. Alla domanda se si sente tranquilla, Vella dice: "Sì mi sento tranquilla per l'impegno che dovrò affrontare, e ripeto che non mi spaventa dovere difendere Messina Denaro".

Intanto è stato rinviato al prossimo 25 maggio il processo d'appello a carico del boss dopo la nomina del difensore d'ufficio. La Presidente della Corte, Mara Carmela Giannazzo, ha preso atto della richiesta di un nuovo termine a difesa "per potere studiare il fascicolo processuale", come ha chiesto l'avvocato e ha rinviato l'udienza.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo sulle stragi, il nuovo avvocato di Messina Denaro: "Non mi spaventa doverlo difendere"

PalermoToday è in caricamento