Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Mafia, sequestro di beni per due milioni di euro a Palermo

Il provvedimento è scattato nei confronti di un palermitano "appartenente alla famiglia di Bagheria" e di un imprenditore ritenuto vicinissimo al clan dell'Acquasanta-Arenella

I reati contestati sono quelli di estorsione e di aver favorito la latitanza di del boss. Dopo la condanna adesso scatta il sequestro. Il nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza ha sequestrato beni per oltre due milioni di euro nei confronti di due palermitani ritenuti appartenenti a cosche mafiose, in esecuzione di provvedimenti emessi, al termine di complesse indagini economico-patrimoniali, dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale.

Oltre 600mila euro sono stati sequestrati a un palermitano, di 36 anni, appartenente alla famiglia mafiosa di Bagheria, arrestato nel 2009, insieme ad altri 10 soggetti ritenuti fedelissimi di Bernardo Provenzano. Nei suoi confronti erano stati contestati i reati di associazione mafiosa, ricettazione e detenzione di armi, per aver gestito le attività estorsive della cosca e per aver favorito la latitanza del boss e per questo era stato condannato a 8 anni e 8 mesi di reclusione. Sequestrati un appartamento, un appezzamento di terreno e automezzi, nonchè un'impresa di autodemolizione a Bagheria, dove - come emerso nel corso delle indagini che hanno portato al suo arresto nel 2009 - erano state intercettate le conversazioni sul giro delle estorsioni e rinvenute, illegalmente detenute, pistole, fucili mitragliatori kalashnikov, silenziatori e munizionamento.

L'altro sequestro riguarda un imprenditore palermitano di 60 anni, appartenente alla famiglia mafiosa dell'Acquasanta- Arenella e vicinissimo ai Galatolo; per conto di questi ultimi, l'imprenditore ha svolto il ruolo di “prestanome” per l'intestazione fittizia di alcuni beni della “cosca” ed era stato pertanto arrestato, lo scorso anno, a seguito di indagini del Gico della guardia di finanza. All'imprenditore sono stati sequestrati un'attività commerciale di prodotti per la casa e un immobile nel quartiere Montepellegrino, per un totale di circa 1,5 milioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, sequestro di beni per due milioni di euro a Palermo

PalermoToday è in caricamento