"Devi comprare da moglie mafioso": “Nino u ballerino” vittima del racket

Il reggente del mandamento della Noce, arrestato nella maxi operazione di oggi, avrebbe costretto il titolare della famosa panineria di pagare la retta scolastica a suo figlio. Ma c'è anche chi ha detto no alle cosche

Ninu u ballerino

La fantasia criminale degli estorsori mafiosi non ha limiti. Gli investigatori hanno scoperto che Fabio Chiovaro, reggente del mandamento mafioso della Noce, arrestato nell'operazione “Atropos” avrebbe imposto al titolare della focacceria ''Nino U ballerinu'', in corso Finocchiaro Aprile, di pagare la retta scolastica a suo figlio che frequenta l'esclusiva scuola privata “Figlie di sant'Anna” gestita dalle suore.

E poi gli ha anche imposto di rifornirsi di materiale cartaceo dalla ditta “Eurocarta di Riccobono” di Loredana Riccobono moglie di Feliciano Tognetti, anche lui colpito da ordine di custodia ma che già era in carcere. Hanno invece detto di “no” ai picciotti delle cosche, ad esempio, il gestore del bar New Paradise, in via Campolo, e il titolare dell'impresa “Matranga Andrea” che aveva un cantiere in via Poliziano. (Fonte Ansa.it)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Corleone, auto sbanda e finisce contro un albero: morto diciannovenne

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento