Sos Ballarò contro la Lega: "Screditare quartiere hobby preferito di chi vuole visibilità"

L'associazione replica alle accuse del consigliere comunale del Carroccio, Igor Gelarda, che aveva detto: "Quel quartiere è un laboratorio per l’integrazione delle criminalità da ogni capo del mondo, dove ormai convivono mafia locale e mafia nigeriana"

"Screditare Ballarò e raccontarlo come un posto pericoloso ed insicuro sembra diventato l'hobby preferito di chi per un po' di visibilità sceglie facili slogan da scagliare contro il quartiere". Così, l'associazione Sos Ballarò dopo le accuse del consigliere comunale della Lega Igor Gelarda, che nei giorni scorsi aveva parlato della mafia nigeriana di Ballarò "che a Palermo cammina quasi a braccetto con Cosa nostra".

"Quel quartiere è un laboratorio per l’integrazione delle criminalità da ogni capo del mondo, dove ormai convivono mafia locale e mafia d’importazione”, aveva detto il coordinatore siciliano enti locali della Lega e consigliere comunale del Carroccio a Palermo, commentando la relazione della Direzione distrettuale antimafia sulla Black Axe, l’organizzazione criminale nata in Nigeria alla fine degli anni Settanta come confraternita religiosa, divenuta oggi una delle più potenti e violente forme di mafia a livello mondiale (la cosidetta ascia nera) con basi ovunque: dal Sudamerica al Giappone passando, appunto, per la Sicilia.

Non l'hanno presa bene gli esponenti di Sos Ballarò. "Purtroppo questa strategia ottiene sempre e solo un risultato: danneggiare i piccoli commercianti ed in particolare il mercato storico che lavora e combatte ogni giorno per rendere Ballarò un posto attraente per gli  abitanti di tutta la città - dicono -. Noi, a Ballarò, ai facili annunci preferiamo raccontare da sempre le pratiche, quelle di chi ogni giorno si alza e lavora onestamente, quella di chi con grande forza di  volontà prova a rendere il quartiere un luogo migliore per tutti,  quello di chi sa che a problemi complessi bisogna offrire soluzioni  complesse".

"Sono queste le pratiche, faticose ma efficaci, che stanno in questi  anni attirando l'attenzione di giornali e tv di tutto il mondo e che  piano piano ci stanno dando una mano ad affrancare il quartiere da  quella immagine stereotipata che il consigliere della Lega Nord  Gelarda oggi prova a riconsegnarci", spiega Sos Ballarò.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E ancora: "Ballarò intende respingere in pieno questo tentativo, cosi come già fatto due anni fa in occasione delle ultime elezioni amministrative quando il nostro centro storico, uno dei più grandi  d'Europa ed uno dei più multietnici d'Italia, si è già espresso  andando in assoluta controtendenza rispetto al resto del paese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, coinvolto il cantante De Martino: morto un sessantenne

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Apre a Palermo l'Antica pizzeria da Michele, dopo Napoli è l'unica del Sud Italia

  • Omicidio a Camporeale, colpi di pistola in piazza: morto un ragazzo di 26 anni

  • Maestra positiva al Covid e classe d'asilo in quarantena, i genitori: "Comunicazione arrivata tardi"

  • Condannato a 5 anni il questore di Palermo: "Caso Shalabayeva, fu sequestro di persona"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento