menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il palazzo di giustizia

Il palazzo di giustizia

Boss e affari con gli orologi di lusso, scatta il dissequestro per un gioielliere

Il tribunale del Riesame ha annullato l'ordinanza per Vincenzo Buscetta, titolare del negozio "Minuti preziosi" di via Francesco Lo Jacono e ha deciso di restituirgli le somme che gli erano state tolte. E' indagato nell'inchiesta "Affari preziosi" sullo smercio di preziosi che sarebbe stato gestito dal clan Fontana dell'Acquasanta

Secondo la Procura sarebbe uno degli imprenditori compiacenti sui quali i boss Fontana dell'Acquasanta avrebbero potuto contare per fare affari con gli orologi di lusso. Il tribunale del Riesame, però, ha deciso di annullare l'ordinanza di custodia cautelare e anche il sequestro emessi a carico di Vincenzo Buscetta, detto "Enzo", titolare della gioielleria "Minuti preziosi" di via Francesco Lo Jacono.

L'indagato per riciclaggio nell'ambito dell'inchiesta "Affari preziosi", difeso dagli avvocati Enrico Tignini e Miriam Lo Bello, era stato sottoposto all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e gli erano stati sequestrati 5 mila euro. Una somma che, secondo l'accusa, Buscetta avrebbe dato in contanti ai Fontana in cambio di un orologio "provento di illecite attività". Per il Riesame, però, non sussisterebbero i gravi indizi di colpevolezza e da qui l'annullamento dell'ordinanza e del sequestro.

Il blitz della guardia di finanza risale al 9 marzo ed è il proseguimento della maxioperazione "Mani in pasta", in cui per 84 persone sono state recentemente chiuse le indagini. L'inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca e dai sostituti Amelia Luise e Dario Scaletta, si concentra sugli affari dei Fontana e aveva portato a 12 arresti. Dalle intercettazioni emergeva che i boss si sarebbero divisi tra aste Ginevra e Montecarlo, dove avrebbero acquistato gli orologi di lusso da smerciare in nero, e party esclusivi soprattutto a Milano. Avrebbero trattato anche con vip e calciatori, come Marco Borriello, Marco Simone e Andrea Rispoli, ma anche con l'agente dello spettacolo Lele Mora e l'imprenditore/influencer napoletano Domenico Gravino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento