La morte di Biondo a "Chi l'ha visto?", la madre: "Me l'hanno ucciso"

Nell'ultima puntata del format Rai è stato riaperto il caso del cameraman palermitano morto a Madrid in circostanze misteriose. Poco prima del fatto, il fratello aveva "chattato" con lui: "Era tutto normale, nulla mi aveva fatto pensare a qualcosa di strano"

La famiglia Biondo

"Me l'hanno ammazzato". Non ha dubbi Santina D'Alessandro, madre del cameraman palermitano Mario Biondo, morto lo scorso giugno nella sua abitazione di Madrid, dove viveva con la moglie Raquel Sanchez Silva. "Chi l'ha visto?", il programma Rai che indaga sulle sparizioni misteriose, durante l'ultima puntata ha riaperto il caso cercando di fare luce sull'accaduto. Grande la commozione dei familiari, che insieme al pubblico vogliono ricordare Mario quale "persona bella, felice e dinamica. Il loro orgoglio".

Dopo un avvio difficile, come tutti nel mondo della televisione, in cui "aveva cominciato - spiega il fratello Andrea - come tiracavi all'età di 17 anni. Era poi cresciuto facendo il cameraman e dedicandosi al controllo video. Poi iniziò a fare le sue esperienze girando il mondo e diventando il migliore". Quindi partì alla volta dell'Honduras, dove lavorò per conto dell'emittente spagnolo TeleCinco nella realizzazione dell'Isola dei Famosi. "Mi disse che sarebbe andato a guadagnare quanto avrebbe fatto qua in un anno", spiega il padre Giuseppe. Al suo fianco c'è la moglie Santina, ancora visibilmente scioccata, che ricordando la bellezza esagerata del figlio, tanto da "rendere difficile camminargli accanto perché tutte le ragazze si giravano a guardarlo", racconta come nacque l'amore con la futura donna della sua vita, l'ultima.

"Nonostante fosse famosa era molto umile - spiega la madre -. La trovavamo qui a giocare con i nipotini per terra". Così i due si sposarono "tra gli scatti di un paparazzo e l'altro - spiega Andrea -. Era tutto molto strano, ma eravamo felici per loro. Mario mi disse che sarebbe dovuto partire con Raquel per realizzare un piccolo documentario in giro per il mondo". Ma la loro vita non era tutta rose e fiori: i due avevano avuto qualche problema nel concepire un figlio e, il 5 agosto, avrebbero incontrato il medico per tentale la fecondazione assistita. Ma il sogno di dare luce una nuova vita rimase nel cassetto. Mario è morto il 30 maggio. mario-biondo-lavanguardia-2

"Raquel mi chiamò sconvolta e piangendo mi disse: Santina, Santina…Mario è morto - spiega la madre in lacrime -. In un primo momento pensai ad un incidente in moto, dato che era un appassionato. Poi chiamai il suo amico Federico che mi riferì quanto gli era stato detto dalla presentatrice spagnola: Mario si era impiccato". Da quel momento cominciano a sorgere tanti interrogativi. Nelle carte prodotte dal tribunale della capitale iberica, si legge che l'uomo sarebbe "presumibilmente morto per suicidio", lasciando in ballo varie ipotesi. Nell'abitazione dei due non c'era alcun segno di effrazione. Mario è stato trovato con un foulard giallo e rosso, legato intorno al collo e attaccato ad una mensola. "Sul corpo alcuni piccoli graffi, forse di un gatto, e qualche leggero livido", spiega il giornalista Rai. Ma per la madre non ci sono dubbi: "Qualcuno lo ha soffocato tenendolo da dietro con la sciarpa, mentre qualcun altro gli teneva le gambe. Me l'hanno ammazzato".

Fino alla mezzanotte dello stesso giorno in cui Mario è morto, il fratello aveva chattato con lui: "Parlavamo in maniera normale, nulla poteva farmi pensare a qualcosa di strano". A confermare le circostanze misteriose ci sarebbe un dettaglio, sempre notato dal fratello, riscontrato sul cellulare del cameraman. Nell'applicazione di messagistica istantanea Whatsapp, l'ultimo accesso di Mario risultava alle 5.59, qualche minuto prima rispetto all'orario della morte indicato nei referti". Fra Raquel e la famiglia del palermitano è sceso il gelo. Mentre i familiari sono convinti la morte sia riconducibile alla mano di qualcuno, la moglie crede all'ipotesi del suicidio. Così i Biondo hanno tentato di fare riaprire il caso, assoldando due avvocati, uno italiano ed uno spagnolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Io dispongo soltanto dell'informativa sull'autopsia finale - spiega il legale Daniel Gomez De Arribba - nella quale mancano foto, referto tossicologico ed altre informazioni. Non credo sia stato ascoltato nessuno, familiari o amici". E se da una parte c'è stato chi ha dato per buona la possibilità che Mario fosse morto durante una pratica di autoerotismo, la madre resta convinta della propria idea: "Mario è morto vestito, nonostante quello che ci avevano detto inizialmente. Come poteva fare certe cose completamente vestito. Non mi darò pace fino a quando gli assassini non saranno in carcere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Regione, nuova stretta anti Covid: locali chiusi alle 23, dad nei licei e trasporti dimezzati

  • Le mosse anti Covid di Orlando: nessun coprifuoco ma divieto di sostare in strada

  • Maestra positiva al Covid e classe d'asilo in quarantena, i genitori: "Comunicazione arrivata tardi"

  • Ditta privata danneggia conduttura, mezza città senz'acqua

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento