Cronaca Politeama

Lustrascarpe, Reina denuncia: "Alcuni soci non rispettano le regole"

Postazioni abbandonate per strada nonostante siano mobili. Secondo il vicepresidente della camera di commercio l'atteggiamento sarebbe finalizzato ad un eventuale proseguimento dell'attività in forma abusiva

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

In seguito ai controlli e alle verifiche periodiche sulla gestione della cooperativa ShoeShine 2.0 e la manutenzione delle postazioni per lustrascarpe fornite, devo constatare, mio malgrado, che le regole e le norme su cui si basa la cooperativa stessa, non sono state rispettate da alcuni dei soci. Da vice presidente della Camera di Commercio, consigliere di Confartigianato Imprese Palermo e ideatore del progetto, sono convinto che l'evidente atteggiamento distruttivo che ho notato coi miei occhi nelle ultime ore, è finalizzato ad un eventuale proseguimento dell'attività in forma abusiva che denuncerò immediatamente. Inoltre, ho accertato che le postazioni vengono ripetutamente abbandonate per strada nonostante siano mobili, (in allegato una foto scattata stamattina in via Cavour) . Visto l'impegno profuso per mesi per la realizzazione di questo progetto - in cui credo fermamente perché pienamente funzionante - nel caso di qualunque attacco volto a screditare il progetto stesso o la mia persona, agirò per vie legali.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lustrascarpe, Reina denuncia: "Alcuni soci non rispettano le regole"

PalermoToday è in caricamento