Cronaca

Si finse Luca Giurato su Facebook Palermitano rischia il processo

L'accusa è di diffamazione e sostituzione di persona. Un giovane aveva aveva creato sul social network un profilo fake con il nome del famoso giornalista televisivo. Il legale: "Finalmente è stato configurato come reato un malcostume ingenuo divenuto ormai dilagante"

Un giovane palermitano rischia di finire in giudizio con l'accusa di sostituzione di persona e diffamazione. Il ragazzo si sarebbe sostituito a Luca Giurato su Facebook, divertendosi a postare sul social network blu frasi e link ironici e divertenti sul giornalista televisivo. Il giovane non ha negato le accuse ma si è difeso affermando di aver aperto un profilo fake soltanto "per gioco".

Il giudice ha accolto la richiesta dell'accusa che si era opposta all'archiviazione della Procura e ha disposto l'imputazione coatta. “Finalmente è stato configurato come reato un malcostume ingenuo divenuto ormai dilagante - ha dichiarato il legale di Giurato, Myriam Caroleo Grimaldi, all’edizione romana di Repubblica – e secondo il giudice il ragazzo avrebbe leso l’immagine di Giurato con una accurata ricerca di immagini, frasi e definizioni ridicole. Incidenti verbali occorsi al conduttore nel corso delle sue trasmissioni televisive e pubblicati per oltre un anno su internet. Offese terminate solo con l’intervento della polizia postale, che è riuscita a risalire alla mail del giovane grazie ad un suo passo falso".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si finse Luca Giurato su Facebook Palermitano rischia il processo

PalermoToday è in caricamento