menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Folle serata allo Sperone, litiga con la moglie per i Sofficini e viene arrestato

Un uomo di 45 anni - dopo l'intervento dei carabinieri - è finito al Pagliarelli con l'accusa di maltrattamenti. Ha trascorso due giorni in carcere e poi è tornato libero

Litiga con la moglie per i Sofficini e finisce al Pagliarelli con l'accusa di maltrattamenti. La vicenda surreale, raccontata oggi sul Giornale di Sicilia, è avvenuta in un piccolo appartamento dello Sperone. Il protagonista è un uomo di 45 anni incensurato (F.F. le sue iniziali). Quando è rientrato a casa dopo una giornata di lavoro si è trovato per cena una delle cose meno gradite, i Sofficini, così ha perso la pazienza.

Ha tirato il piatto per aria ed è partita un'animata discussione con la moglie, davanti ai tre figli. Talmente animata che poco dopo sono arrivati i carabinieri. L'uomo è stato portato al Pagliarelli con l'accusa di maltrattamenti aggravati ai danni della moglie, che comunque non aveva presentato denuncia.

Come riporta il Giornale di Sicilia nella ricostruzione della serata vissuta allo Sperone, dopo l'intervento dei carabiieri gli animi si erano calmati. Al punto che i militari se ne stavano andando, salvo poi tornare indietro quando hanno sentito l’uomo dire alla sorella (che vive nella stessa casa): "Un giorno di questi ci abbracciamo e ci buttiamo insieme dal balcone". I carabinieri sono tornati indietro e hanno deciso di arrestare il 45enne. Il giudice ha deciso di convalidare l’arresto. L'uomo ha trascorso due notti in cella e poi è tornato libero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento