Cronaca

Prende a sputi e pugni il fratello, poi aggredisce i carabinieri: arrestato

Bloccato e portato in carcere un 28enne palermitano, disoccupato. E' successo a Reggio Emilia. I militari sono intervenuti in seguito all’ennesima violenta lite in famiglia

Si è scagliato contro il fratello per futili motivi prima con sputi e poi prendendolo a pugni. L’episodio è avvenuto al culmine di una lite, l’ennesima in famiglia. Un palermitano di 28 anni è stato arrestato sabato sera a Reggio Emilia, in un’abitazione in cui sono intervenuti i carabinieri, allertati dalla vittima dell’aggressione, un uomo di 37 anni. Al loro arrivo i militari hanno tentato di frenare l’esagitato, ma la situazione è degenerata ulteriormente.

Il 28enne - si tratta di un disoccupato - ha cominciato a insultare e a spintonare gli uomini delle forze dell’ordine. Una furia che a fatica è successivamente stata domata. Il palermitano è stato portato in carcere in attesa dell’udienza di convalida attesa per oggi. Il giovane è comparso davanti al tribunale di Reggio Emilia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prende a sputi e pugni il fratello, poi aggredisce i carabinieri: arrestato

PalermoToday è in caricamento