I gestori dei lidi balneari temono l'assalto di Ferragosto: "Più controlli nelle spiagge libere"

L'appello di Alessandro Cilano, presidente di Fiba Confesercenti: "Si faccia il possibile per evitare assembramenti". Lotta all'abusivismo e protocolli anti-Covid: "In questi mesi le imprese vere si sono adeguate, adesso vogliamo essere tutelati"

"Gli stabilimenti balneari sono pronti ad affrontare il Ferragosto in sicurezza". A dirlo è il presidente di Fiba Confesercenti Alessandro Cilano, che aggiunge: "Fin dall’inizio dell’emergenza Covid insieme alle altre maggiori associazioni di categoria dei balneari abbiamo collaborato con le istituzioni per adeguare le strutture a protocolli di sicurezza in grado di garantire il distanziamento fisico e contenere al massimo il rischio di assembramento e contagio. Quello che ci preoccupa in vista del picco di metà agosto, è la situazione nelle spiagge libere, spesso limitrofe alle strutture organizzate dove manca qualsiasi regola o controllo”.

“Il lavoro in sicurezza - prosegue Cilano - rimane la priorità di tutte le strutture associate sottoposte già a verifiche in questi mesi sull’effettivo adeguamento ai protocolli anti-Covid. Chiediamo adesso che si incrementino i controlli sulle spiagge libere e nei confronti dei lidi abusivi che oltre a non rispettare le misure di sicurezza, fanno concorrenza sleale alle imprese sane che in questi mesi si sono trovate ad affrontare investimenti non indifferenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento