menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

Licenziamenti AirItaly, tremano in 1.470: a rischio anche i lavoratori della sede di Palermo

Scaduta la sospensione di 5 mesi del licenziamento collettivo stabilita per far fronte all'emergenza Covid. Fissato un incontro tra i commissari liquidatori della compagnia, i rappresentanti dei sindacati e dei ministeri del Lavoro e dei Trasporti

Tremano anche i lavoratori della sede palermitana di AirItaly. È stato fissato per lunedì prossimo l'incontro tra i commissari liquidatori della compagnia aerea di Aqa Holding (51% Alisarda e 49% Qatar Airways), i rappresentanti sindacali e dei ministeri del Lavoro e dei Trasporti per discutere la procedura di licenziamento collettivo dei 1.470 dipendenti. È decorso infatti il termine di sospensione di 5 mesi introdotto per fare fronte all'emergenza Covid.

In una lettera firmata dai commissari, scrive IlSole24Ore, si sottolinea come sia intenzione dell'azienda andare avanti con la procedura avendo la società cessato le attività dallo scorso febbraio, prima dello scoppio dell'emergenza Coronavirus. Dopo la liquidazione volontaria e la cessione delle attività a partire dallo scorso 26 febbraio, il giorno successivo era stata avviata la procedura di licenziamento collettivo per i dipendenti della compagnia aerea.

La lettera di licenziamento era stata formalizzata lo scorso 3 marzo e riguardava tutti i dipendenti a tempo indeterminato nelle sedi di Palermo, Olbia, Malpensa, Linate, Roma Fiumicino, Catania, Napoli e Firenze. Poi la sospensione della procedura durante l'emergenza Covid-19 fino al termine del blocco scattato ieri. (Fonte: Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento