rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

"Riina family life", il libro del figlio del boss sbarca nelle librerie di mezzo mondo

Giuseppe Salvo Riina ha annunciato sui social che la sua biografia è stata tradotta in inglese e sarà venduta in America, Canada, Regno Unito, Australia e non solo. "In questo periodo di sofferenza e lontananza non sono stato fermo, ho lavorato per ottenere quello che vi presento oggi"

Riina jr arriva nelle librerie di "tutto il mondo". Il terzogenito del superboss Totò Riina, Giuseppe Salvo, ha annunciato ieri attraverso un post sui social che il suo libro "Riina family life" è stato tradotto in inglese e sarà venduto - come scrive lo stesso autore 45enne - negli Usa, in Canada, Regno Unito, Australia e non solo. Si tratta della biografia pubblicata nel 2016, tre anni prima che il figlio di Totò terminasse di scontare una condanna a 8 anni per associazione mafiosa.

"In questo lungo e duro periodo di sofferenza e lontananza - scrive su Facebook Riina jr - non sono stato fermo, ho lavorato per ottenere quello che vi presento oggi. È in uscita, a breve, la traduzione in lingua inglese della mia biografia. Un ringraziamento speciale al mio Promoter Will Francis e alla casa editrice canadese Coastal West Publishing". Alla pubblicazione del libro erano seguite lunghe polemiche sull’opportunità, soprattutto da parte del servizio pubblico d’informazione, di "sponsorizzare" il testo.

Tre anni fa il Tribunale di sorveglianza di Pescara aveva reso nota la sentenza di revoca delle misure di sicurezza a cui era sottoposto. Per festeggiare Riina junior aveva scritto un post sui social: "Focalizza un obiettivo. Combatti per esso. Affronta le tue paure. Non smettere di credere in te". Riina era stato trasferito da Padova, dove ha vissuto a lungo in regime di sorveglianza speciale, dopo aver finito di scontare la condanna a 8 anni, alla Casa Lavoro di Vasto, in Abruzzo.

“Ed è lì - aveva spiegato il suo avvocato, Fabiana Gubitosi, che ha conosciuto don Silvio Santovito, parroco di Casalbordino, e la realtà della fattoria Vita Felice. Qua ha intrapreso un nuovo percorso di vita. Adesso è completamente libero. Si è adoperato molto per la comunità impegnandosi quotidianamente e ricevendo appoggio da don Silvio che ha espresso un giudizio positivo sul suo operato".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Riina family life", il libro del figlio del boss sbarca nelle librerie di mezzo mondo

PalermoToday è in caricamento