Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Aveva una "rete fantasma" attorcigliata in una pinna: dopo le cure liberata in mare una Caretta caretta

La tartaruga, una femmina adulta di circa 24 chili, era stata recuperata il 23 gennaio scorso dalla Capitaneria di porto di Mazara del Vallo e portata all'Istituto Zooprofilattico

Un esemplare di tartaruga Caretta caretta è stata rilasciata in mare dal personale dell’Istituto di zooprofilattico della Sicilia e della Capitaneria di porto.

L’esemplare, una femmina adulta di circa 24 chili era stato recuperato il 23 gennaio dal personale della Capitaneria di porto di Mazara del Vallo ed affidato allo Zooprofilattico per le cure.

La tartaruga, una specie minacciata ed in via di estinzione a causa di diversi fattori, tra cui il degrado delle coste, la pesca accidentale e la minaccia dei predatori nei punti di nidificazione, al momento del ritrovamento aveva una "rete fantasma" attorcigliata in una pinna che non le permetteva di muoversi liberamente. Accertata la guarigione, la tartaruga è stata trasportata tramite una motovedetta della guardia costiera in mare aperto e liberata.

Con l’occasione, la Guardia Costiera invita tutti i cittadini a voler segnalare con tempestività al numero blu emergenze in mare 1530 o al numero unico di emergenza 112 tutti gli avvistamenti o eventuali spiaggiamenti di specie protette ferite o in difficoltà (tartarughe marine, delfini, cetacei ecc...), al fine di poter attivare la rete di soccorsi e l'intervento immediato del personale specializzato (biologi marini, medici veterinari ecc...) teso al salvataggio di queste specie, molte delle quali in via di estinzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva una "rete fantasma" attorcigliata in una pinna: dopo le cure liberata in mare una Caretta caretta
PalermoToday è in caricamento