menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cantieri anello ferroviario, Orlando ai commercianti: "Sosterremo class action"

Il sindaco si schiera con gli esercenti che operano nelle zone interessate dai lavori e, in una lettera distribuita in via Sicilia, chiede ancora una volta a Rfi la rescissione del contratto definito "folle"

Alla vigilia della mobilitazione indetta dagli operai dell'anello ferroviario contro il mancato pagamento degli stipendi arretrati, che attendono da più di un anno, il sindaco Orlando scrive una lettera ai commercianti delle zone interessate dai cantieri che da tempo denunciano di aver subito dei danni a causa dei lavori in corso: "Abbiamo chiesto, per l'ennesima volta a Rfi, che sia rescisso il contratto con un'azienda che evidentemente ha gravissime difficoltà a portare avanti i lavori".

L'accordo, sottoscritto nel 2012 con l'avallo dell'amministrazione Cammarata, è definito dal primo cittadino "folle" poichè  prevedeva l'occupazione simultanea di tutte le aree, senza garantire velocità dei lavori e soprattutto impedendo forme di controllo da parte del Comune e dei cittadini.

"Il Comune - spiega Orlando nella lettera - valuterà come intervenire per sostenere legalmente quei cittadini, soprattutto commercianti, che hanno subito un evidente danno economico in questi anni. Molti cittadini hanno tutto il diritto di avviare una class-action e su questo piano il Comune potrò sostenerli, affiancando all'azione politica nei confronti del Governo ed RFI, quella giuridica e legale".

Il sindaco ricorda inoltre quanto già fatto per alleviare i disagi economici: l'approvazione di un regolamento per gli sgravi delle imposte comunali e l'aver liberato dalle transenne alcune aree come piazza Castelnuovo e viale Campania.

"In questi mesi - conclude Orlando - abbiamo lavorato senza inseguire scoop e senza cadere nelle polemiche a volte inutili e a volte volute da chi, con nuovi burattini, vorrebbe riportare a Palazzo delle Aquile i vecchi burattinai, gli stessi che hanno fatto voluto o permesso questi cantieri fatti male. Gli stessi burattinai che hanno inferto queste ferite alla città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento