Lercara, tentano di rubare generi alimentari ma fanno scattare l'allarme: tre arresti

Colpo sfumato all'interno di un capannone, tre catanesi sono finiti in manette. I malviventi hanno danneggiato il sistema di allarme, facendo scattare l'avviso di chiamata. Poi l'arrivo dei carabinieri e la breve fuga nelle campagne vicine

Fa.S., uno degli arrestati

Tentano il colpo in un deposito di generi alimentari per la vendita all'ingrosso e vengono arrestati. E' successo a Lercara Friddi. Tre persone sono finite in manette: erano appena arrivate da Catania. I malviventi sono stati sorpresi dai carabinieri durante un servizio di controllo del territorio, in contrada San Biagio. Sono entrati nel capannone, poi hanno danneggiato il sistema d'allarme nel tentativo di rubare i prodotti alimentari.

Qualcosa però non è andato per il verso giusto. Il danneggiamento del sistema dall'allarme ha messo in funzione l'avviso di chiamata. Sul posto sono giunte quindi le auto dei carabinieri, che dotati di un visore notturno hanno "avvistato" un gruppo di persone che si dava alla fuga per le campagne circostanti.

Tre di questi sono stati bloccati, identificati e dichiarati in arresto. Si tratta di Fr.S., di 48 anni, F.N. di 35 e Fa.S., di 23. Gli arrestati sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza del comando in attesa del giudizio per direttissima presso il Tribunale di Termini Imerese. Dopo la convalida degli arresti, due di loro sono stati condotti agli arresti domiciliari in attesa del processo avendo richiesto i termini a difesa, mentre il terzo ha patteggiato ed è stato condannato a 4 mesi di reclusione ed al pagamento della multa di 120 euro. Sono tutt'ora in corso le indagini per risalire ai complici della "banda".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • "Violenza sessuale su una paziente": polizia arresta un medico

Torna su
PalermoToday è in caricamento