Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Buco da 2,5 milioni alle Poste: indagata direttrice palermitana

E' successo a Lierna, in provincia di Lecco. Lo scandalo era scoppiato un anno fa: a causa dei "misteriosi" ammanchi dai conti correnti o conti deposito di diversi clienti. La donna è indagata per le ipotesi di reato di truffa e appropriazione indebita

Un anno fa era scoppiato lo scandalo. Ammanchi di soldi dai risparmi postali e la direttrice delle Poste che sparisce nel nulla. Quindi la denuncia ai carabinieri da parte di due cittadini di Lierna, in provincia di Lecco, contro gli uffici postali. Adesso la direttrice, una palermitana, risulta indagata. Il buco ammonterebbe a circa due milioni e mezzo di euro. La donna è indagata per le ipotesi di reato di truffa e appropriazione indebita per i soldi "spariti" dai conti di numerosi clienti. 

Dopo la denuncia, un anno fa, molti cittadini si precipitarono agli uffici per verificare se anche i loro risparmi avevano subito qualche brutta sorpresa, come capitato a qualcuno, o se invece c'erano ancora tutti. Una preoccupazione, quella dei clienti degli uffici di via Libertà, scatenata anche dalle semi-ammissioni delle Poste: "Il denaro eventualmente sottratto dagli uffici sarà risarcito".

L'effetto immediato fu il licenziamento in tronco della palermitana, da parte di Poste italiane. La donna adesso è stata sentita per rogatoria dai carabinieri. Nei prossimi giorni il magistrato inquirente deciderà se chiedere o meno il rinvio a giudizio. Il sostituto procuratore della Repubblica di Lecco ha firmato il decreto di fine indagini e la palermitana ha chiesto di poter essere sentita: cosa che è avvenuta nella sua città.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buco da 2,5 milioni alle Poste: indagata direttrice palermitana

PalermoToday è in caricamento