Le Vie dei Tesori apre le porte agli universitari: disponibili 110 tirocini

I ragazzi lavoreranno negli enti e nelle istituzioni partner della manifestazione e si occuperanno di accoglienza, promozione turistica e valorizzazione del patrimonio artistico, culturale, storico e naturalistico

Palazzo Abatellis

Narratori dei luoghi, supervisori, addetti all’accoglienza. Collaborando a un grande festival che negli ultimi anni ha raccolto attorno a sé le città, non solo in Sicilia, ed è riconosciuto tra le iniziative di massimo richiamo turistico dell’Isola. Le Vie dei Tesori apre le porte agli universitari e offre la possibilità di un’esperienza formativa sul campo: si occuperanno di accoglienza, promozione turistica e valorizzazione del patrimonio artistico, culturale, storico, naturalistico.

Tutto nasce dalla stretta collaborazione tra l’Università degli Studi - in seno alla quale il festival ha mosso i primi passi, tredici anni fa – e l’associazione Le Vie dei Tesori Onlus. Agli studenti è offerta la possibilità di svolgere il proprio tirocinio curriculare negli enti e nelle istituzioni partner della manifestazione che saranno enti ospitanti dei tirocinanti. Sono disponibili 110 posti: 48 studenti saranno addetti al box office e all’accoglienza, 62 alla narrazione dei luoghi.

"Siamo particolarmente orgogliosi di offrire ai nostri studenti l’ottima occasione di potere effettuare il tirocinio curriculare in una manifestazione come "Le Vie dei Tesori’ - commenta il rettore Fabrizio Micari – In questi anni Unipa ha sviluppato il modello di un’università aperta, un vettore di crescita culturale e sociale che mette a disposizione della comunità idee, strategie, know-how e progetti. I nostri ragazzi sono in possesso di una preparazione di altissimo livello e la loro partecipazione attiva a un’iniziativa così prestigiosa costituisce uno dei segni più evidenti e più importanti della presenza universitaria sul nostro territorio”.

La prima call è indirizzata a 24 studenti che potranno svolgere il tirocinio nei luoghi di competenza della diocesi che saranno aperte per il Festival. Ente ospitante sarà la Diocesi, grazie alla disponibilità dell’Ufficio Beni Ecclesiastici.

Accanto a questa opportunità, per gli studenti palermitani resta aperta la possibilità di partecipare al Festival ottenendo crediti formativi (hanno già aderito oltre 50 studenti) o come volontari, possibilità offerta anche a chi non è studente universitario. Per partecipare, bisogna scrivere alla mail: didattica@leviedeitesori.it entro il 10 luglio.

A Palermo il Festival si svolgerà durante 5 fine settimana, e precisamente nei seguenti giorni: venerdì 4, sabato 5, domenica 6; venerdì 11, sabato 12, domenica 13; venerdì 18, sabato 19, domenica 20; venerdì 25, sabato 26, domenica 27 ottobre; venerdì 1, sabato 2, domenica 3 novembre. Il tirocinio si svolgerà dunque in questi giorni, preceduti dalle ore di formazione alla manifestazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

Torna su
PalermoToday è in caricamento