Giorgio La Pira Cooperativa Sociale Onlus, le attività in emergenza Covid-19

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Riprende il nostro cammino con i nostri assistiti. La situazione di emergenza dovuta alla pandemia di Covid-19 ha suscitato preoccupazione e instabilità nelle persone che hanno dovuto cambiare le loro abitudini, allontanandosi dagli affetti e limitando la loro libertà. Diventa quindi indispensabile adesso, superato il periodo più preoccupante, ritornare ad una nuova normalità, ridisegnando le modalità di incontro e cercando di adattarsi in modo sano a questa nuova fase. E' quello che abbiamo messo in pratica all'interno della Giorgio La Pira Cooperativa Sociale Onlus dove la priorità è sempre il benessere dei pazienti e dove cerchiamo di trasmettere serenità, prestando particolare attenzione ai bambini che hanno bisogno di tornare ad uscire e sperimentare.

E' importante poter mantenere un clima di fiducia e vicinanza anche rispettando le normative di sicurezza antiCovid-19. Con i nostri piccoli pazienti attraverso il gioco e la fantasia è stato possibile trasformare le mascherine e i camici in indumenti per supereroi. Questo ha permesso di riprendere le attività in sicurezza ma senza destare preoccupazioni. Adattarsi significa adeguarsi sviluppando modalità alternative volte al superamento di una qualsiasi problematica. E sebbene al momento la distanza fisica è necessaria, noi siamo vicini ai nostri pazienti dando il nostro supporto e trasmettendo serenità, perché sappiamo quanto sia importante il sostegno emotivo, soprattutto nei omenti difficili. Inoltre per venire incontro a tutte le famiglie stiamo offrendo gratuitamente a tutti i nuovi e vecchi utenti un mese di doposcuola gratuito per affrontare al meglio il nuovo anno scolastico o come supporto ai compiti estivi, e da settembre/ottobre laboratori didattici gratuiti. Noi non ci arrendiamo.

Il Presidente Gianfranco Marotta

Torna su
PalermoToday è in caricamento