Cronaca

Controlli su bar, ristoranti e stabilimenti: scoperti oltre 50 lavoratori in nero

La guardia di finanza ha passato al setaccio 20 attività a Palermo e provincia: solo due rispettavano le leggi in materia di lavoro. Il record ad Aspra: su un totale di 12 addetti, la metà era in nero

Scoperti dalla guardia di finanza 51 lavoratori in nero e 4 irregolari in 18 esercizi di località balneari a Palermo e provincia. Solo due delle 20 attività controllate dalle fiamme gialle rispettavano le leggi in materia di occupazione. (GUARDA IL VIDEO DELL'OPERAZIONE)

In particolare 14 lavoratori in nero sono stati scoperti in 5 bar (3 a Palermo, uno a Termini Imerese e uno a isola delle Femmine), altri 30 in nero e 2 irregolari in 9 ristoranti (3 a Palermo, uno a Isola delle femmine, 2 a Marineo, uno a Mondello, uno a Sferracavallo e uno ad Aspra), 4 in uno stabilimento balneare di Capaci, uno in un minimarket di Isola delle Femmine, un altro lavoratore nero più 2 irregolari in una pasticceria di Petralia Soprana, un altro in nero in un'autofficina di Alimena. In un ristorante di Aspra, su un totale di 12 addetti, la metà sono risultati completamente in nero.

La normativa prevede che qualora venga accertato che più del 20% dei lavoratori complessivamente identificati sia privo di regolare contratto  – come nel caso del ristorante - l’Ispettorato del Lavoro competente emette un provvedimento di sospensione dell’attività, fintanto che non venga regolarizzata la posizione lavorativa dei dipendenti e pagata la maxisanzione. Proprio per scongiurare questa ipotesi, il titolare del ristorante ha provveduto alla tempestiva regolarizzazione dei rapporti di lavoro dei 6 dipendenti, i quali, quindi, sono stati tutti legalmente assunti ed ha versato all’erario il dovuto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli su bar, ristoranti e stabilimenti: scoperti oltre 50 lavoratori in nero

PalermoToday è in caricamento