Nuovi lavori allo stadio delle Palme, ma l'impianto non chiuderà: "Limiteremo i disagi"

Lo assicura il Comune in vista del secondo step d'interventi di manutenzione. Per almeno tre mesi gli atleti usufruiranno del "Vito Schifani" a mezzo servizio. Il sindaco Orlando e l'assessore Prestigiacomo: "La struttura sarà restituita agli sportivi il più presto possibile"

Lo Stadio delle Palme

La ditta Fratelli Anastasi srl si è aggiudicata la gara d'appalto per la manutenzione straordinaria dello Stadio delle Palme: scatta il conto alla rovescia in vista dell'inizio dei lavori (previsto entro 30 giorni), che non comporteranno la chiusura dell'impianto sportivo di viale del Fante. Per almeno tre mesi, però, gli atleti potranno usufruire del "Vito Schifani" a mezzo servizio.

Il Coime sistemerà una doppia recinzione dell'area di cantiere in modo che restino accessibili in sicurezza gli spogliatoi e i bagni, già ristrutturati nella prima tranche dei lavori. "I disagi saranno limitati" assicura il Comune, che rende noti i dettagli dell'appalto aggiudicato con un ribasso dell'11,5% su base d'asta, per un importo complessivo di 447 mila euro (fondi europei messi a disposizione della Regione).

Con questo secondo step di lavori s'interverrà sull’impiantistica più prettamente tecnico-sportiva: in particolare, è previsto il rifacimento dello strato di usura delle piste di atletica (sia outdoor sia indoor) della pista di defaticamento, della gabbia lanci, della fossa per il salto in lungo e del sistema di rilevamento degli arrivi. Verrà ristrutturata pure la tribuna principale. Nella prima tranche di opere eseguite allo Stadio delle Palme, nell’ambito dell’Accordo quadro per la manutenzione generale degli immobili di proprietà comunale, oltre agli spogliatoi ed ai bagni, è stato ristrutturato il locale destinato alla pista indoor, il muro di recinzione, il campo di basket, i cancelli, la tribunetta e gli uffici. 

"Sono contento - ha detto il sindaco Leoluca Orlando - che si sia individuata una soluzione tecnica che permetta di non chiudere del tutto lo stadio. In questo modo, pur garantendo ovviamente la sicurezza dei lavori e degli atleti, si potrà andare avanti con questi importanti lavori senza precludere del tutto l'uso della struttura. Ringrazio fin d'ora comunque le associazioni e gli atleti per la pazienza con cui affronteranno questo periodo di disagi. Saranno comunque disagi limitati e serviranno a dare a tutti uno stadio più bello e sicuro e soprattutto più fruibile anche per le competizioni".

L'assessore ai Lavori pubblici, Maria Prestigiacomo, dal canto suo ha sottolineato "il lavoro degli uffici e la lungimiranza di chi mi ha preceduto che ha fatto partire già in autunno l'intervento diretto del Coime, affidando solo una parte più tecnica delle opere ad una gara esterna. L'amministrazione vigilerà affinché i lavori procedano speditamente per restituire alle società e agli amanti dell'atletica la struttura quanto più presto possibile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dario Chinnici, capogruppo del Pd in Consiglio comunale, si è fatto portavoce delle istanze delle società, che sin da subito hanno chiesto di mantenere una parte dello stadio aperta. "Spero che i lavori possano procedere a passo spedito. Il fatto che si sia trovato il modo di rendere fruibili i servizi igienici e gli spogliatoi limiterà i disagi - ha concluso Chinnici -. Va dato atto all’amministrazione di aver trovato la giusta soluzione per andare incontro alle esigenze di chi vive lo Stadio delle Palme".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, coinvolto il cantante De Martino: morto un sessantenne

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Apre a Palermo l'Antica pizzeria da Michele, dopo Napoli è l'unica del Sud Italia

  • Omicidio a Camporeale, colpi di pistola in piazza: morto un ragazzo di 26 anni

  • Maestra positiva al Covid e classe d'asilo in quarantena, i genitori: "Comunicazione arrivata tardi"

  • Gli insulti, la sparatoria in piazza e la chiamata al 112: "Questa è l'arma con cui l'ho ucciso"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento