rotate-mobile
Cronaca

Nuovo look per il Barbera in vista di Italia-Macedonia del Nord: corsa contro il tempo per l'inizio dei lavori

Con una spesa di 200 mila euro, finanziata dalla Regione (visto che il Comune è senza bilancio), verranno effettuate delle opere di manutenzione straordinaria per mettere in sicurezza le pensiline della tribuna e allestire gli spazi interni dello stadio secondo le prescrizioni della Fifa. Il 24 marzo la sfida playoff per il Mondiale

Arriveranno dalla Regione i soldi necessari a sostenere i lavori di manutenzione straordinaria dello stadio Barbera, richiesti dalla Figc, in vista della partita dei playoff Mondiali tra l'Italia e la Macedonia del Nord del prossimo 24 marzo. 

L'Ars, infatti, con le variazioni di bilancio ha autorizzato il dipartimento Tecnico dell'assessorato alle Infrastrutture ad una spesa di 200 mila euro per mettere in sicurezza le pensiline della tribuna (che hanno problemi di infiltrazione d'acqua) ed eseguire una serie di lavori negli spazi interni dello stadio, che vanno allestiti secondo le prescrizioni della Fifa.

Il sindaco premia Piergiorgio Bonanno, capitano della nazionale under 15 | Video

La conferma arriva anche dalla società di calcio del Palermo, che ha in concessione lo stadio dal Comune. "Palazzo delle Aquile, a cui spettava la competenza, in assenza di bilancio si è rivolto alla Regione", fa sapere il sodalizio rosanero. "Adesso è corsa contro il tempo per affidare i lavori e non perdere l'occasione di una partita ufficiale della nazionale italiana di calcio" aggiunge Toni Sala, assessore comunale al Patrimonio, spiegando che "i lavori dovranno essere comunicati a noi, proprietari, e formalmente autorizzati".

Le opere di manutenzione straordinaria del Barbera, come si legge nell'emendamento alle variazioni di bilancio, firmato dagli assessori Messina e Armao, saranno "a cura del dipartimento regionale Tecnico", con una "copertura che viene assicurata mediante l'utilizzo di somme (i 200 mila euro, ndr) non necessarie nel predetto esercizio".

Non la pensano così i deputati del M5S all'Ars, secondo cui le priorità erano altre: "Per carità, 200 mila euro per sistemare la tribuna del Barbera in vista della partita della nazionale ci potrebbero pure stare, ma non in un momento in cui si taglia ovunque, in primis ai Comuni, che mai come ora sono alla canna del gas, e perfino ai talassemici". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo look per il Barbera in vista di Italia-Macedonia del Nord: corsa contro il tempo per l'inizio dei lavori

PalermoToday è in caricamento