Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca

Sottopasso di via Crispi, il Comune cerca di limitare i disagi: nuove misure per snellire il traffico

Dalla stazione centrale a via Cavour, dove cioè è stata sospesa la Ztl, verranno attivati i semafori in modalità lampeggiante. Anticipato alle 6,30 il servizio di pattugliamento dei vigili urbani. L'amministrazione: "Costretti a intervenire per evitare il rischio crolli, i lavori finiranno prima dell'estate"

Semafori lampeggianti per rendere più scorrevole il traffico in via Roma, in particolare dalla stazione centrale a via Cavour, dove cioè è stata sospesa la Ztl; servizio di pattugliamento dei vigili urbani anticipato alle 6,30; incremento degli autobus e nuove procedure degli imbarchi al porto da mettere a punto con l'Autorità portuale. Sono queste le principali misure decise dall'amministrazione comunale per limitare i disagi al traffico a causa dei lavori al sottopasso di via Crispi.

Via Crispi, secondo round dei lavori al sottopasso: traffico in tilt | Video 

"Il monitoraggio dei primi tre giorni di lavori ha messo in evidenza come le code di veicoli siano diminuite nell’arco della giornata: se giovedì si registravano lunghe file fino all’ora di pranzo, oggi le code di veicoli hanno iniziato a smaltirsi intorno alle 10.
Pur tuttavia, l’amministrazione comunale intende continuare a lavorare per proseguire nel processo di mitigazione dei disagi". Così il sindaco Roberto Lagalla, l’assessore alla Mobilità sostenibile Maurizio Carta e l’assessore alle Opere pubbliche Totò Orlando, al termine di una riunione che si è svolta oggi con la polizia municipale, l'Amat e i rispettivi tecnici che stanno seguendo il secondo step dei lavori in via Crispi.

L’amministrazione ha sottolineato "l’impossibilità di attendere il periodo estivo per effettuare gli interventi sul sottopasso", perché i tecnici hanno "messo in evidenza condizioni di pericolo crolli che richiedevano una manutenzione tempestiva, in primo luogo a tutela della sicurezza dei cittadini".

L'obiettivo dell'amministrazione è quello di "terminare le opere ben prima del periodo cruciale dell’estate, quando proprio nella zona si concentra un sensibile afflusso di mezzi, anche pesanti, in direzione del porto".

In mattinata, l'ex assessore alla Mobilità Giusto Catania aveva contestato la scelta dell'amministrazione di sospendere la Ztl: "Il cantiere di via Crispi crea un disagio pesante; la sospensione della Ztl ne crea due: traffico bloccato e inquinamento alle stelle anche in via Roma. La Ztl è una risorsa per la città, trattarla come un problema è segno di arretratezza culturale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sottopasso di via Crispi, il Comune cerca di limitare i disagi: nuove misure per snellire il traffico
PalermoToday è in caricamento